WEF04: Comunicato AntiRep sulla repressione a Landquart

stopwefTraduzione del comunicato dell'anti-rep/gar, testo originale:
http://www.indymedia.ch/fr/2004/01/17953.shtml

Oggi, sabato 24 gennaio 2004, alle 18'00, una violenta repressione si è abbattuta a Landquart contro i/le manifestant* di ritorno da Coira.
Questa manifestazione ha riunito circa 3'000 persone che si oppongono alle politiche neoliberiste del WEF.
Al ritorno, il treno si è fermato a Landquart. La polizia a attaccato i manifestanti nel treno e, secondo diverse testimonianze, dei gas lacrimogeni sono stati lanciati nei vagoni.
Per organizzarsi, dei/delle manifestant* hanno deciso di bloccare il treno sedendosi sui binari, davanti alla locomotiva.

La polizia ha fatto uso di granate assordanti, pallottole di gomma, cannoni ad acqua miscelata a gas irritanti, lacrimogeni e spray al pepe.
Centinaia di manifestanti sono stati accerchiati da agenti di polizia ginevrini, zurighesi, austriachi e tedeschi. Il loro obittivo era di controllare tutti i manifestanti. Se qualcun* si permetteva di muoversi era immediatamente immobilizzato dai getti dei cannoni ad acqua. La polizia ha tentato di far uscire dal gruppo i/le giornalist* presenti per poter reprimere liberamente…

Delle persone sono state violentemente picchiate da poliziott*. In più alcuni manifestanti sono attuamente bloccati a Davos.

Siamo a conoscenza di arresti che hanno avuto luogo dopo la manif a Coira. La violenza utilizzata contro i manifestanti si inscrive nella logica repressiva dello stato, messa in atto dopo il G8.
Tutte le manifestazioni contro ogni questione che tocca la mondializzazione sono violentemente represse ed una parte di movimento è criminalizzata.

Il diritto di manifestare si sta svuotando del suo significato.

Non lasciamoci dominare dai global leader e dagli autoproclamati dirigenti del mondo: resistenza!

This entry was posted in Eventi. Bookmark the permalink.